Lise Meitner. Il video della conferenza

locandina conferenza su lise meitner con foto di meitner

Lise Meitner è stata una figura emblematica del ‘900, il cui destino si è intrecciato con il contesto politico e culturale dell’epoca in cui ha vissuto, e una donna  capace di andare avanti e ricominciare ogni volta pur nelle enormi difficoltà.

Simona Cerrato, comunicatrice della scienza e scrittrice, ci racconta la sua vita dalle lezioni con Boltzmann alle cene in famiglia con Max Planck, dai difficili inizi all’Università fino alla cattedra in fisica – la prima affidata a una donna in Germania, dall’agiatezza tanto agognata fino alla necessità di abbandonare tutto, a 60 anni, per sfuggire alle leggi razziali.
 
Una donna solo apparentemente mite, forte e determinata, che ebbe l’intuizione di indovinare attraverso il resoconto di un esperimento del collega Otto Hahn una scoperta, la fissione del nucleo, che avrebbe cambiato il mondo.
 
E poi ancora  la serie infinita di mancati Nobel, lo sguardo lucido e consapevole sulla Germania , e gli ultimi anni trascorsi a sostenere la presenza delle donne nella scienza.
 
Pensando alla sua vita tornano in mente le parole di Laura Capon Fermi, un’altra delle voci che abbiamo preso a testimoniare  per il nostro ciclo di conferenze 2024:
Storia e vita sono cose distinte. I fatti diventano storia solo quando cessano di avere un effetto su di noi e quando hanno perso la loro attualità scottante. Il presente è nostro, non appartiene alla storia. Queste frasi, queste asserzioni, le avevo accettate quando ero giovane, ma col passar degli anni mi accorsi che erano sbagliate.
Noi, i viventi, siamo parte della storia e non possiamo evitarne le conseguenze. È la storia che determina le modalità della nostra esistenza. Un singolo evento, una giornata sola, possono cambiare drasticamente l’intera nostra esistenza.”
(Laura Fermi, Atomi in Famiglia, Mondadori p. 38)
Condividi questo articolo: